La pelle sensibile è un problema che coinvolge sempre più persone, soprattutto donne: ne soffre il 50% delle donne e il 40% degli uomini. Un problema che è andato aumentando negli ultimi 50 anni. Un fenomeno dovuto ai cambiamenti ambientali e ad un sempre maggiore utilizzo di prodotti detergenti, anche aggressivi.

È vero che generalmente si nasce con la pelle sensibile, ma esistono numerosi fattori che ne aumentano l’irritabilità: ormonali, dovuti al ciclo mestruale o particolari terapie; psicologici, come ansia e stress; ma anche ambientali (caldo, freddo, vento, sole, inquinamento) e chimici (prodotti detergenti, cosmetici, farmaci, indumenti in fibre sintetiche). Tutti questi fattori hanno un punto in comune: in un modo o nell’altro interferiscono con la naturale funzione di barriera difensiva della pelle, che, indebolita, manifesta prurito, bruciore, formicolio, eritemi.

Con l’arrivo della bella stagione e delle vacanze, la pelle sensibile ha bisogno di attenzioni ancora più scrupolose. Senza rinunciare ad esporsi al sole, è necessario prendere delle precauzioni e seguire una routine quotidiana che preveda:
- esfoliazione
- idratazione
- protezione

Un’esfoliazione delicata per eliminare le cellule morte superficiali e consentire la rapida rigenerazione dell’epidermide.

Un’idratazione costante per evitare la fastidiosa sensazione della “pelle che tira”. Oltre a bere la giusta quantità di acqua e preferire frutta e verdura, sarà opportuno ripetere più volte al giorno l’applicazione di prodotti emollienti e soprattutto al termine di una giornata in cui ci si è esposti al sole.

Una protezione dai raggi UV particolarmente accurata con una crema solare ad alto fattore di protezione (SPF 30 o 50+). Ricordate di applicare la protezione ogni due ore circa e sempre dopo essere usciti dall’acqua. Attenzione infine a non farvi trarre in inganno dalle vostre sensazioni: anche se il cielo è nuvoloso o se c’è una bella brezza rinfrescante, la vostra pelle è comunque esposta ai raggi ultravioletti e rischia di irritarsi o scottarsi.


viso solare protezione pelli sensibili idratazione eritema consiglio pelli sensibilizzate

Ricordiamo le regole di una tintarella sicura per chi ha la pelle sensibile (e non solo per loro).
- Esporsi al sole gradualmente.
- Evitare le ore centrali della giornata: alla nostra latitudine tra le 12.00 e le 15.00.
- Cambiare lato di esposizione ogni 15 minuti.
- Mettersi all’ombra se si sente la pelle calda o qualsiasi altra sensazione fastidiosa, aspettare 10 minuti, controllare che non ci siano reazioni cutanee, riapplicare la crema protettiva e decidere di conseguenza come comportarsi.
- Tenersi vicini a un luogo ombreggiato o un ombrellone dove ripararsi.
- Indossare indumenti bianchi di cotone, cappelli a tesa larga, occhiali da sole.

potrebbero interessarti

Riparare

Linea Skin Solution

Una linea di prodotti esclusivi e trasversali. Prodotti SOS ideali per il trattamento e la prevenzione di molte problematiche quotidiane.

vai alla linea
Ristrutturare

Linea Chrono Repair

Trattamenti e prodotti ideali per pelli mature particolarmente stressate e sensibilizzate.

vai alla linea